Tagged: Emerson Lake & Palmer

Baciami Alfredo

Come già vi ho spiegato altrove, cari i miei 7 lettori, il progressive non mi è mai piaciuto, a parte alcune lodevoli deroghe, soprattutto perchè il rock’n’roll mi ha visto nascere, il beat mi ha svezzato e, come se tutto ciò non fosse sufficiente, è stato il punk che mi ha insegnato a...

Tubular Bells

Quando uscì Tubular Bells l’impatto che ebbe su di me fu devastante. Amavo gli strumenti musicali, ne possedevo alcuni, un po’ li strimpellavo e il mio grande desiderio era quello di entrare stabilmente in una band come gli Emerson, Lake & Palmer o i Rolling Stones ma Mike Oldield mi fece capire che non...

From the Beginning

Il mio rapporto con gli Emerson, Lake & Palmer è stato, come dire, lineare ma in senso inverso: cominciò nel ’73 con Brain, Salad, Surgery (primo disco comprato con soldi interamente miei e non ricevuto in regalo o per altre oscure e misteriose vie)1, continuò con l’acquisto del lavoro precedente, Trilogy, di quello...

Band on the run

Al fondo di via Tripoli c’era un negozio di musica, musica in senso generale in quanto vendeva tutto quello che in commercio era reperibile sul mondo delle sette note: giradischi, dischi, spartiti, strumenti, accessori e via così. Non so con esattezza quando l’esercizio cessò le attività, so solo che per...

Neil Young, Il sogno di un Hippie

Credo che Neil Young sia stato il mio primo mito adolescenziale. Ce ne sono stati altri che lo han preceduto, è vero, mi viene immediatamente in mente Sylvie Vartan, ma qui cado nell’ovvio perchè se avete la mia età e da bambini non siete stati fan sfegatati di Sylvie Vartan...